Catering per pranzi di lavoro: Come consumare un buon pasto

Pranzare fuori casa può essere un problema, specialmente se si mangiano le stesse cose tutti i giorni, frettolosamente, in piedi o dietro una scrivania. Alcune persone preparano a casa il pranzo e durante la pausa lo scaldano nel microonde, sempre più presente in uffici e aziende, altri ricorrono a servizi alternativi, come rivolgersi ad una società di catering per pranzi di lavoro sani e salutari, come quelli cucinati in casa.

Preparare il pasto da portare con sé è una buona abitudine che ci consente di mangiare quello che ci piace e come si deve, ma non sempre c’è la possibilità di farlo. Inoltre il pranzo nella pausa lavoro è anche un’occasione per fare due chiacchiere con i colleghi; quasi sempre però si parla di lavoro e non ci si rilassa come si dovrebbe. 

Rilassarsi anche solo 30 minuti fa bene al nostro organismo. Non a caso viene chiamata “pausa pranzo” perché dovrebbe essere un momento di distacco e riposo tra una mattina e un pomeriggio di lavoro. Per essere una pausa rilassante deve dare tranquillità, permettere di mangiare comodamente seduti, dialogare non di questioni lavorative con i colleghi e, perché no? e fare due risate e organizzare un’uscita. Il ritmo frenetico di oggi ci ha fatto dimenticare che la pausa pranzo è benefica sia per il nostro organismo, sia per la nostra produttività pomeridiana. Perché ciò accada occorre sapere cosa e dove mangiare.

Al bar

Anzitutto cerchiamo di andare in un bar “amichevole” dove sia possibile stare seduti, ordinare un piatto semplice, ma che contenga ciò di cui abbiamo bisogno. Adesso nei bar possiamo trovare anche parecchi primi invitanti: troviamo molte “insalatone” spesso piene di tutto e di più: uova, tonno, mozzarelline, formaggio, olive, mais e ovviamente verdura. Per praticità molti lavoratori prediligono un panino, quelli proposti possono essere semplici oppure anche ben farciti. Poi ci sono le bevande: le donne spesso hanno la buona abitudine di bere acqua, ma molti aggiungono al pasto bevande o succhi di frutta zuccherati oppure birra. 
Alcuni studi hanno constatato che i bar generalmente propongono opzioni per un pranzo squilibrato dal punto di vista nutrizionale.

In mensa

Molti uffici hanno una mensa aziendale e il menu, variegato e diverso per ogni giorno della settimana, è proposto dal cuoco. La mensa ha il vantaggio che vengono proposti anche il riso, le patate e la pasta con condimenti semplici; la scelta ricade anche sui contorni di verdure e frutta di stagione

Società di catering Cagliari

Società di catering  
Propongono cibi freschissimi, preparati giornalmente e con cura, a seguito di una scelta minuziosa delle materie prime locali. Sono confezionati in contenitori singoli, monouso, compostabili,  sigillati in atmosfera protettiva e trasportati con mezzi idonei che garantiscono igiene e salute. I pranzi vengono consegnati nel luogo e nell’ora desiderati; su richiesta vengono forniti piatti caldi

 Se la pausa deve essere piacevole innanzi tutto dobbiamo pranzare seduti e consumare il nostro pranzo in circa 30 minuti, ma non meno di 20. Infatti, solo dopo 20 minuti il nostro organismo inizia a mandare messaggi di sazietà, questo ci permetterà di mangiare non più del dovuto e di alzarci da tavola senza fame o con ancora tutto sullo stomaco. Se purtroppo non avete neanche 20 minuti da dedicare al vostro pranzo, sappiate che il miglior rendimento psicofisico lo si ha dopo 1-2 ore dal pranzo,  a digestione avvenuta. Se mangiate quanto dovreste,  e lo fate al volo, vi troverete tutto sullo stomaco, assonnati e quindi poco produttivi. Se invece mangiate poco al fine di essere più vigili e attenti, nel pomeriggio vi verranno a mancare le forze.

Cosa dobbiamo soprattutto evitare?   Pranzo in Ufficio Cagliari

  • Gli alimenti che ci vengono proposti dai bar generalmente sono ricchi di grassi industriali che conferiscono uno scarso potere saziante al cibo, un elevato contenuto calorico, bassa qualità nutrizionale e troppo colesterolo.
  • Bibite gassate e dolci ricchi di zuccheri
  • Tutte le pietanze che appesantiscono e impediscono la normale ripresa dell’attività lavorativa
By | 2017-05-16T17:03:44+00:00 4 Maggio 2017|catering|0 Comments